Triplo risciacquo: quanto è efficace rispetto a PerfluorAd?

Esempio di residuo AFFF all'interno di un serbatoio di schiuma AFFF dopo lo svuotamento iniziale dell'AFFF. Il residuo è difficile da rimuovere usando solo acqua, ma si dissolve facilmente in PerfluorAd riscaldato.

Esempio di residuo AFFF all'interno di un serbatoio di schiuma AFFF dopo lo svuotamento iniziale dell'AFFF.

Le sostanze per- e polifluoroalchiliche (PFAS) vengono gradualmente eliminate e le future attività antincendio devono prevedere un rilascio minimo di PFAS nell'ambiente. La schiuma filmante in forma acquosa (AFFF), utilizzata per estinguere rapidamente gli incendi di carburante e olio, contiene composti PFAS in concentrazioni fino a 60 grammi per litro. All'interno dei veicoli antincendio, i residui di PFAS formano rivestimenti e possono essere resistenti alla rimozione. Inoltre, questi residui non si dissolvono facilmente in acqua. Numerosi studi hanno dimostrato che il semplice risciacquo con acqua lascia dietro di sé grandi quantità di PFAS (Lang et al. 2022).

I passaggi per la rimozione e la pulizia dell'AFFF sono:

  • Rimozione del concentrato AFFF
  • Risciacquo fisico di serbatoi di schiuma, tubi e venturi
  • Risciacquo delle superfici interne del veicolo a contatto con la schiuma con acqua o altro liquido detergente
  • Trattamento o smaltimento del risciacquo in loco
  • Smaltimento dei rifiuti

Dopo Pulizia AFFF, il serbatoio della schiuma viene riempito con un fluido, lasciato equilibrare e campionato. L'acqua viene fatta circolare attraverso i tubi, le pompe e i tubi flessibili del camion e viene campionata. Si ottengono campioni dall'interno dei serbatoi di schiuma e dai componenti di spruzzatura dell'acqua. Questi campioni vengono analizzati per le concentrazioni di PFAS.

Il gruppo TRS (TRS) ha recentemente confrontato l'efficacia del triplo risciacquo (tre risciacqui del serbatoio AFFF utilizzando solo acqua potabile) al risciacquo con un PerfluorAd® soluzione. TRS ha pulito un veicolo antincendio in un importante aeroporto internazionale utilizzando la consolidata metodologia del triplo risciacquo. Allora, TRS trattato lo stesso veicolo utilizzando un riscaldato PerfluorAd® soluzione con risciacquo e agitazione, risciacquando le superfici interne del veicolo, simile all'azione all'interno di una lavastoviglie. TRS ha trattato il risciacquo risultante utilizzando PerfluorAd, che concentra il PFAS mediante flocculazione e filtrazione in fase liquida a carbone attivo granulare (LGAC).

La figura 1 illustra i risultati in termini di PFAS trovati nel test post-risciacquo.

PFAS in acqua circolava attraverso un veicolo antincendio prima e dopo il triplo risciacquo e il risciacquo PerfluorAd®.
Figura 1. PFAS in acqua fatta circolare attraverso un veicolo antincendio prima e dopo il triplo risciacquo e il risciacquo PerfluorAd.

Il triplo risciacquo ha ridotto del 70-90% la concentrazione di diversi composti PFAS nel serbatoio di stoccaggio AFFF del veicolo come il PFOA; tuttavia, non vi è stata alcuna riduzione delle concentrazioni totali di PFAS. Il composto dominante nell'acqua a triplo risciacquo era acido fluorotelomer solfonico 6:2 (6:2 FTS). In contrasto, PerfluorAd® il lavaggio ha comportato una riduzione superiore al 99% per tutte le mescole PFAS (99.3% per FTS 6:2 e non rilevamento per PFOA e PFOS), indicando una rimozione più completa di PFAS dalle superfici interne del veicolo.

Questi risultati sono supportati da Lang et al. (2022), che ha paragonato il risciacquo con acqua a un risciacquo più aggressivo della superficie dei tubi da un sistema AFFF. Hanno dimostrato che sia il riscaldamento che l'uso di metanolo e Fluoro Fighter (un liquido brevettato sviluppato per dissolvere i residui di AFFF) hanno portato a migliori riduzioni di PFAS rispetto al risciacquo con acqua. Il risciacquo che utilizza questi agenti conteneva da due a tre volte più PFAS dell'acqua e l'analisi delle superfici dei tubi ha indicato che il risciacquo dell'acqua ha lasciato grandi quantità di residui contenenti fluoro nei tubi. PerfluorAd ha mostrato risultati simili.

Oltre ai PFAS contenuti nei depositi sulle superfici dei tubi, è possibile che dopo il risciacquo con acqua rimangano residui di AFFF come mostrato in Figura 2. Questi residui vengono rimossi mediante fluidi caldi e agitazione. PerfluorAd viene riscaldato a 60 gradi Celsius prima della circolazione attraverso i veicoli.

Figura 2. Esempio di residuo AFFF all'interno di un serbatoio di schiuma AFFF dopo lo svuotamento iniziale dell'AFFF. Il residuo è difficile da rimuovere usando solo acqua, ma si dissolve facilmente in PerfluorAd riscaldato.

In conclusione, applicando il PerfluorAd® il processo di incendio dei veicoli porta a riduzioni di oltre il 99% delle concentrazioni di PFAS nell'acqua fatta circolare attraverso il veicolo. Il triplo risciacquo ha comportato alcune riduzioni di PFAS fino al 90 percento, ma con una variazione insignificante nel PFAS totale. I residui contenenti PFAS all'interno dei veicoli non possono essere rimossi efficacemente con la sola acqua.

Riferimento:

Johnsie R. Lang, Jeffery McDonough, TC Guillette, Peter Storch, John Anderson, David Liles, Robert Prigge, Jonathan AL Miles, Craig Divine (2022): Caratterizzazione di sostanze per- e polifluoroalchiliche sulle tubazioni dei sistemi antincendio e ottimizzazione dei metodi di rimozione. Chemosfera 308, 136254.

Chinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Hai bisogno di una stima

Serve un preventivo?

Mettiti in contatto oggi